lunedì 18 novembre 2013

domenica 17 novembre 2013

Disponibile la grafica per t-shirt e gadget "First Anniversary"!



Vuoi festeggiare anche tu il primo compleanno della saga dei Pirin? Da oggi puoi acquistare un fantastico gadget sul nostro Pirin Shop personalizzandolo con la nuova grafica "First Anniversary"! Porterai sempre con te i protagonisti de "Le memorie di Helewen", mostrando ai tuoi amici il tuo lato più geek! Cosa aspetti? Puoi scegliere in un vasto catalogo di abbigliamento uomo, donna e bambino, oppure optare per un simpatico peluche, una custodia per tablet, un puzzle, una borsa, un tappetino per il mouse... e infine scegliere tra taglie e colori! Insomma, non ci sono limiti alla fantasia e potrai configurare il tuo gadget esattamente come lo desideri!


Un anno oltre i confini dell'immaginazione



E' passato un anno dalla pubblicazione de "Le memorie di Helewen", il primo volume della saga dei Pirin, e ne sono successe di cose da quel 17 novembre del 2012! Qualcuno si aspettava che da lì a poche settimane sarebbe finito il mondo, e invece... non solo il nostro mondo non è finito, ma ne è nato uno nuovo e tutto da esplorare con l'immaginazione: quello di Gaimat, in cui sono ambientate le meravigliose avventure dei Pirin!
Chi ci ha seguito in questa esperienza, sa che la magia del mondo di Gaimat non si è fermata al romanzo: ogni mese sono state pubblicate immagini, storie e informazioni inedite sul sito web ufficiale della saga e sulle nostre pagine facebook e twitter. Sono stati annunciati un videogame prodotto sa Stelex Software intitolato "Eselmir e i cinque doni magici" e i due futuri romanzi della trilogia letteraria, "Hairam Regina" e "Le gesta di Nhalbar"; ed è in lavorazione il "Dizionario online della lingua di Lothriel". Per tutti voi che avete amato questo nuovo universo fantasy abbiamo creato fantastici gadget (abbigliamento uomo, donna e bambino, puzzles, wallpapers, custodie per tablet, ecc...) per permettervi di vivere fino in fondo l'emozione della saga. 
Avrete anche potuto leggere le numerose recensioni positive ricevute dal romanzo e le interviste all'autore, Sebastiano B. Brocchi, per scoprire curiosità e retroscena della nascita di questo progetto. Non ci resta che augurarci e augurarvi tanti altri anni ricchi di sorprese e scoperte, per continuare ad immergerci, insieme, in una nuova dimensione della fantasia, chiamata "Pirin"!
Intanto, come regalo d'anniversario, per voi questo bellissimo nuovo wallpaper gratuito ispirato ai personaggi della saga:




giovedì 14 novembre 2013

Parlare e scrivere la lingua di Lothriel




Leggendo il romanzo "Le memorie di Helewen" siete rimasti affascinati e incuriositi dalla lingua parlata nel regno di Lothriel? Allora non potrete che gioire di questa nuova iniziativa legata alla saga: un Dizionario online Pirin-Italiano, in cui troverete il lessico essenziale della lingua di Lothriel e la trascrizione di ogni parola nell'alfabeto Pirin!
Il dizionario è ancora in costruzione: per cominciare troverete le principali parole che iniziano con la lettera "A"; ma verrà aggiornato mensilmente con sempre nuovi vocaboli e informazioni via via più complete. Anche la funzione "ricerca parola" potrebbe non contenere ancora tutti i risultati, in quanto il sistema ha bisogno di alcuni giorni per indicizzare una nuova parola. Il lavoro è molto, ma speriamo di offrirvi un prodotto utile e interessante per approfondire la vostra conoscenza del mondo dei Pirin... 


venerdì 8 novembre 2013

Folsarèd e la strada tra i boschi



"Era biondo e bellissimo, vestito con un abito chiaro e corto, foderato di pelliccia. La sua espressione era stanca, triste, e più ci avvicinammo, potemmo scorgere i segni del pianto sulle sue gote pallide".

La storia del cacciatore che diventerà guida nei boschi per la carrozza di Helewen ed Hairam è narrata da pag. 260 a pag. 296 del romanzo "Le memorie di Helewen".


martedì 5 novembre 2013

L'apprendista del mago di Hagardtyh



"Io sono il pronipote per via materna dell’Elfo che ha forgiato quel talismano"

L'Elfo apprendista del mago di Hagardtyh dimostra una consuetudine piuttosto radicata presso i maghi di Gaimat, che è quella di partire e viaggiare anche per lunghe distanze prima di trovare il maestro in grado di insegnar loro la fur (conoscenza degli incantesimi). Così capita non di rado di vedere maestri e apprendisti appartenenti a stirpi diverse. Un daja (mago, druido, sciamano), in genere, riconosce il suo futuro protetto in base a segni e presagi, oppure per mezzo di sogni premonitori. Nel caso in cui il maestro non sia ancora convinto, chiederà agli Dei di inviargli altri segni, prima di prendere la decisione di accogliere il suo nuovo adepto e trasmettergli la sua conoscenza dei poteri sciamanici. Ma se è vero che non sempre l'apprendista si dimostra degno del suo mentore, succede talvolta il contrario, come nel caso del nostro Elfo, che per poco non rischiò la vita a causa dell'incauto maestro...
Della sua storia, si narra da pag. 74 a pag. 75 del romanzo "Le memorie di Helewen".



lunedì 4 novembre 2013

Anticipazioni "Eselmir": Sebastiano B. Brocchi commenta un artwork - 2



Uno degli aspetti più interessanti del videogioco è quello di mostrarci il mondo di Gaimat nelle sue più diverse sfaccettature, e una di queste è sicuramente l'artigianato. Che si tratti di oggetti magici o utensili della vita quotidiana, il giocatore si troverà confrontato con una miriade di manufatti che potranno entrare a far parte del suo inventario aspettando il momento più adatto per essere utilizzati. Essi rispecchieranno, ognuno a modo suo, l'estro e la mentalità della civiltà che li ha creati, i materiali, i colori e le forme preferiti in una certa regione, la maggiore o minore abilità degli artigiani di un popolo rispetto ad un altro, e così via... 
Grande cura del dettaglio è stata tributata ad ogni location, perché anche un oggetto senza voce dev'essere in grado di raccontare delle storie. E di storie, questo videogioco, ne racconterà davvero tante!